La sezione mista del Coro Amicanto conquista il secondo posto al 34° Concorso Polifonico Nazionale “Guido d’Arezzo”.
Grande la soddisfazione e la gioia dei nostri cantori e del direttore artistico Stefania Lanaro.
Il riconoscimento è impreziosito dal prestigio di cui gode la fondazione organizzatrice, dalla qualificata giuria e dall’ alto livello delle esecuzioni proposte lo scorso 18 e 19 novembre dalle 18 formazioni in concorso nella sezione “cori misti”.
Motivo di orgoglio anche la presentazione fatta al nostro coro: l’organizzazione dell’evento ha infatti introdotto la “Malo della musica polifonica” ricordando Luigi Lanaro e definendolo “musicista molto noto fra gli amanti della fisarmonica” e poi citando “l’indimenticato Piergiorgio Righele, a cui è legato il coro dei Cantori di Santomio”. Non poteva esserci premessa più azzeccata visto proprio loro ‘tennero a battesimo’ il Coro Amicanto, facendo da padrini al concerto che nel 2012 diede ufficialmente avvio alla nostra attività corale.
Il regolamento del concorso prevedeva che si dovessero eseguire due brani di musica rinascimentale e uno di musica contemporanea: abbiamo scelto ‘Exultate justi’ di Ludovico da Viadana, ‘The Crown of Roses’ di Peter Tchaikovsky e ‘Altissima Luce’ di Giorgio Susana. Ha fatto da cornice a questa e a tutte le altre ottime prestazioni la splendida ambientazione della basilica di San Francesco, impreziosita dai meravigliosi affreschi di Piero della Francesca.
I concorsi polifonici della Fondazione con le loro Giurie sempre di altissimo livello richiamano partecipanti da tutto il paese: motivo di soddisfazione per il Veneto e per Vicenza che il primo posto sia stato assegnato al Coro Polifonico San Biagio di Montorso Vic.no e il secondo a Malo.
La nostra musica polifonica ha di che essere fiera!


0 commenti

Lascia un commento

Avatar placeholder